Inizio pagina
Shop

Il Sovversivo. Vita e morte dell’anarchico Seratini

A cura di Corrado Stajano

208 pp. Italiano

Il saggiatore, Milano, 2019

Formato 215 x 155 mm

ISBN: 978-88-428-2543-2

€ 21,00

Il Saggiatore riporta in libreria un’opera ormai introvabile e di tragica attualità. Questa è la storia dell’anarchico Franco Serantini, nato in Sardegna nel 1951 e ucciso a Pisa all’età di vent’anni, in seguito a un pestaggio avvenuto durante una manifestazione politica. Secondo alcune testimonianze, pur non avendo commesso alcun reato, il 5 maggio del 1972 Serantini venne accerchiato e picchiato violentemente con calci e manganellate da un gruppo di poliziotti. Morì due giorni dopo in carcere, senza che gli venisse prestato alcun soccorso. In questa puntuale e struggente inchiesta Corrado Stajano ripercorre la vita e la morte del giovane, offrendo un contributo fondamentale alla definizione della verità dei fatti, riflettendo con il consueto acume sulla questione della giustizia e del potere nel nostro Paese. Rileggere le pagine dedicate a Seratini, qui proposte con gli straordinari disegni di Costantino Nivola, significa riportare alla memoria anche i volti di Carlo Giuliani, Federico Aldrovandi, Stefano Cucchi. Storie di oggi: soprusi delle forze di polizia, depistaggi giudiziari, giovani vite finite che mettono sotto accusa uno Stato incapace di processare se stesso, e raccontano la notte di una democrazia che abdica violentemente alla proprie regole.


Altri dallo shop


Info Museo

Da lunedì 18 gennaio, a seguito delle disposizioni del Nuovo Dpcm, il Museo Nivola aprirà le sue porte al pubblico.

Sarà pertanto possibile visitare la collezione permanente dedicata a Costantino Nivola e la mostra temporanea Sarah Entwistle. You should remember to do those things done before that have to be done again.

In linea con le disposizioni governative, il Museo sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19 a orario continuato dal lunedì al venerdì (con chiusura il sabato e la domenica).

Al fine di poter garantire una visita in sicurezza il Museo adotta tutte le misure necessarie e chiede ai visitatori la massima collaborazione nel rispettare le misure obbligatorie (utilizzo della mascherina, corretta sanificazione delle mani all’ingresso e ogni volta che occorrerà toccare delle superfici, rispetto della distanza fisica).


Condividi su

AIUTACI A CRESCERE

Aiuta il Museo con un contributo libero o sostieni uno dei nostri progetti.
Fai una donazione