Inizio pagina
Eventi

Il Museo Nivola partecipa alla Dodicesima Giornata del Contemporaneo

giornata-del-contemporaneo-16

Il Museo Nivola partecipa sabato 15 ottobre 2016 alla Dodicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata da AMACI per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. Anche per questa edizione la Giornata del Contemporaneo apre gratuitamente le porte di un migliaio di realtà in tutta Italia. Un programma multiforme che di anno in anno ha saputo regalare al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea, portando la manifestazione organizzata da AMACI a essere considerata l’appuntamento annuale che ufficialmente inaugura la stagione dell’arte in Italia.

In occasione della Dodicesima Giornata del Contemporaneo al Museo Nivola si terranno, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00 (ultimo ingresso 18:15), delle visite guidate gratuite alle mostre Il mito quotidiano. Arte italiana del 900 dalla collezione Tilocca e Salvatore Fancello. La forma inquieta.

Il mito quotidiano esplora quel versante dell’arte italiana tra le due guerre incentrato sul recupero del classico e sulla ricerca di atmosfere sospese e stupefatte. Realizzata con opere della collezione di Angelo Tilocca (1952-2015), figura di rilievo in Sardegna nel quadro della cultura, dell’arte e del sociale, e dedicata alla sua memoria, la mostra porta al Museo Nivola protagonisti assoluti del Novecento quali De Chirico, Casorati, Sironi, Campigli, Martini e Manzù, e insieme offre l’occasione per riscoprire figure rare ed eccentriche come Luigi Trifoglio, Bruno Croatto o Benvenuto Ferrazzi tra gli altri.

Salvatore Fancello. La forma inquieta ricostruisce l’itinerario di uno dei massimi ceramisti e disegnatori italiani del Novecento nel centenario della sua nascita, documentandone la breve ma intensa esperienza nell’ambiente del razionalismo milanese accanto a figure come Edoardo Persico, Giuseppe Pagano, Alfonso Gatto, Leonardo Sinisgalli e Giulio Carlo Argan.

Per questa dodicesima edizione, i direttori dei 24 musei associati hanno chiamato a realizzare l’immagine guida Emilio Isgrò, proseguendo il progetto avviato nel 2006 di affidare a un artista italiano di fama internazionale la creazione dell’immagine guida della manifestazione. Isgrò succede a Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012), Marzia Migliora (2013), Adrian Paci (2014) e Alfredo Pirri (2015).

europa_x_amaci_def_

Preghiera per l’Europa, l’immagine creata appositamente dall’artista per la Giornata del Contemporaneo, mostra un’Europa cancellata che estende i suoi confini oltre a quelli dell’Unione Europea, abbracciando idealmente i paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Realizzata a marzo 2016, prima del referendum che ha sancito la scelta della Gran Bretagna di uscire dalla EU, l’immagine vuole essere una riflessione sulle divisioni – geografiche, politiche, culturali – che oggi più che mai alimentano sentimenti e spinte nazionaliste che la storia sperava di aver cancellato. “La mia Preghiera per l’Europa – sottolinea Emilio Isgrò – non vuole suggerire sgomento e paura; ma offrire, piuttosto, la possibilità di un confronto con chi, al di qua e al di là del Mediterraneo, chiede alla terra dei tre monoteismi di sovrapporre il suo “volto umano” alla maschera atroce di un mondo  troppo condizionato da guerre e da conflitti. Nessuno può illudersi che l’arte, da sola, possa cambiare l’universo ma certamente tocca agli artisti e alle formiche, cioè alle creature più fragili, esprimere quella forza oscura capace di mutare la disperazione in speranza. Per questo l’arte deve essere libera da condizionamenti ideologici e mercantili: per riacquisire la credibilità perduta agli occhi di chi ne ha veramente bisogno […] È quando cominciamo a pregare tutti insieme – artisti e formiche, religiosi, miscredenti e laici – che la preghiera diventa finalmente efficace. E il cielo si intenerisce”.

Una riflessione sulle divisioni, dunque, e sulla necessità di recuperare dal profondo quel senso di inclusione, quella capacità di sentirsi uniti e fare fronte comune che permette di costruire, anziché distruggere, e di essere più forti di fronte alle difficoltà.

Link all’evento del Museo Nivola al sito ufficiale AMACI: http://www.amaci.org/gdc/dodicesima-edizione/visite-guidate-alle-mostre-arte-italiana-del-900-e-salvatore-fancello-la

 


Info Museo

ORARI

10 – 13 / 15,30 – 19

Chiusura settimanale: mercoledì


BIGLIETTI

Adulti

€ 5,00


Studenti con documento valido di riconoscimento; Soci CTS; possessori di un biglietto vidimato nello stesso anno solare del Museo delle Maschere di Mamoiada o dell’Acquario di Cala Gonone

€ 3,00


Bambini e ragazzi sino ai 18 anni; visitatori con disabilità e un loro accompagnatore /accompagnatrice;  guide turistiche iscritte al Registro Regionale; Soci della Peggy Guggenheim Collection; cittadini di Orani

gratuito


Membership

L’ingresso è gratuito per tutti i soci del Museo Nivola. Diventa socio oggi stesso!


VISITE GUIDATE

Visite guidate: 1 € oltre il costo del biglietto


Condividi su


In evidenza

AIUTACI A CRESCERE

Aiuta il Museo con un contributo libero o sostieni uno dei nostri progetti.
Fai una donazione

sostienici